Un Manifesto di IFoam Organics Europe per le prossime elezioni europee: sei priorità da affrontare per la transizione verso sistemi alimentari sostenibili e aree rurali europee vitali

Organics Europe presenta un Manifesto che espone una visione per aree rurali europee vitali in cui l’agricoltura sia sostenibile, resiliente e giusta. L’agricoltura biologica è al centro di questa visione, incarnando pratiche non solo benefiche per l’ambiente, ma anche economicamente sostenibili. Il biologico è parte della soluzione alle sfide che l’agricoltura europea deve affrontare oggi.

“Biodiversity and dietary diversity in sustainable agri-food systems”: CREA e FAO in un workshop online l'8 maggio

La biodiversità degli alimenti incide sull’adeguatezza nutrizionale e sulla agro-biodiversità, quale elemento chiave a garantire la sostenibilità del sistema alimentare. Diversi studi hanno dimostrato come, soprattutto per alimenti di origine vegetale, esistano differenze intraspecifiche significative nel contenuto di nutrienti e composti bioattivi.

Successo dei miscugli di tre colture nel sistema di coltivazione biologico finlandese, di Chao Xiao, Pirjo Mäkelä & Laura Alakukku

Una sfida per la produzione biologica è quella di aumentare le rese. Le colture miste che contengono legumi azotofissatori come uno dei componenti hanno il potenziale per fornire una soluzione a questo obiettivo. In generale, le colture miste consentono un uso più efficiente del suolo.

Intercropping e valorizzazione dell'agroecosistema con il progetto DIVERSILIENCE

La consociazione, ovvero la pratica di coltivare insieme due o più specie di colture, è una pratica consolidata in agricoltura, nota per i suoi vantaggi nel potenziare la biodiversità, migliorare la stabilità della resa e ridurre l'incidenza di parassiti e malattie. Il progetto DIVERSILIENCE, attraverso l'innovazione strategica della consociazione multispecie di cereali e foraggi, mira a ottimizzare ulteriormente questo metodo per rispondere alle sfide dell'agricoltura moderna in diverse parti d'Europa.

Regione Veneto: Biodi.Ve5: quinto progetto per la biodiversità veneta

La Regione del Veneto ha approvato con la DGR n. 486 del 26/04/2023 il progetto “BIODIVERSITÀ VENETA – Competenze, conoscenze e informazioni partecipative a favore della biodiversità agraria e alimentare regionale – BIODI.VE 5”, finanziato con le risorse della Legge n. 194/2015, articolo 10 – Fondo per la tutela della biodiversità di interesse agricolo e alimentare.

Biodiversità come fattore di innovazione - Istituzioni, tecnici e imprese agricole a confronto – Webinar l'8 aprile

Ismea, nell'ambito del Programma della Rete Rurale Nazionale, in collaborazione con l'Accademia dei Georgofili, il prossimo 8 aprile alle ore 15.30 organizza il webinar dal titolo "Biodiversità come fattore di innovazione - Istituzioni, tecnici e imprese agricole a confronto".

“Biodiversità come fattore di innovazione - istituzioni, tecnici e imprese agricole a confronto”, webinar di ISMEA

Ismea, nell'ambito del Programma della Rete Rurale Nazionale, in collaborazione con l'Accademia dei Georgofili, il prossimo 8 aprile alle ore 15.30 organizza il webinar dal titolo "Biodiversità come fattore di innovazione - Istituzioni, tecnici e imprese agricole a confronto".

9 marzo, “Festa del bio” a Milano: il ruolo delle donne come agenti di cambiamento verso il biologico e l’agroecologia

E’ intensa la giornata organizzata da FederBio a Milano a palazzo Giureconsulti, piazza dei Mercanti 2, per  scoprire i tanti benefici del cibo biologico: talk, approfondimenti con esperti, show-cooking, laboratori per grandi e piccoli. Si parte alle 10.15 con il taglio del nastro e la conferenza stampa inaugurale “Agricoltura e cibo: le donne guidano la transizione ecologica”. Seguiranno poi«I territori amano il bio», con le buone pratiche della campagna «Comuni liberi dai pesticidi» e le tavole rotonde: «Storie di biodiversità.

L’agroecologia per invertire il disastro climatico, di Francesco Sottile

In questi giorni, parlare di sostenibilità e della riduzione dell’uso dei pesticidi è quanto mai complesso, in un quadro generale inquinato da una strumentalizzazione che ha posto agricoltura e ambiente in contrapposizione tra loro. Si è più volte detto che è una strada sbagliata, perché se tutela dell’ambiente e produzione agricola non diventano complici non si riuscirà a innescare quella conversione ecologica che è oggi inderogabile.