Progetto GOOD: primo meeting annuale

A un anno dall’inizio delle attività del progetto GOOD (“Agroecological approaches for sustainable weed management”), l’università di Coimbra capofila del partenariato sta organizzando il 1° meeting annuale del partenariato progettuale.
L’evento si terrà a Pisa, in Italia, il 28 e 29 maggio 2024 e sarà organizzato in modalità ibrida: si potrà partecipare in presenza o connettersi online.

La tutela dell’ambiente non è contro l’agricoltura, di Barbara Nappini

In un interessante intervento, la presidente di Slow Food Italia presenta il suo punto di vista e sottolinea per quale ragione debbano interessarci le proteste dei trattori. Perché circa otto miliardi di persone si confrontano quotidianamente con il cibo. Quindi ci rapportiamo con l’agricoltura, troppo spesso senza nemmeno rendercene conto. Con i contadini, con le loro condizioni di lavoro e di vita, senza entrare mai con loro in contatto. E, indirettamente, con l’ambiente e con gli ecosistemi dalla cui salute dipende la nostra.

Visioni Agroecologiche di UPBio e Rete Humus: forum su biologico, rigenerativo e biodinamico

UPBio e Rete Humus organizzano, in collaborazione con l’Associazione Italiana di Agroecologia (AIDA), la Rete Semi Rurali e l’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica, il corso di formazione e laboratorio interattivo in campo “Visioni agroecologiche - Interpretare i contesti produttivi agricoli e progettare la transizione agroecologica di territori, paesaggi e città”. Il corso si terrà nei giorni 18, 19 e 20 aprile 2024 presso l’Agriturismo La Ginestra di San Casciano, in provincia di Firenze.

“Strip cropping ed altri modelli di coltivazione agroecologici per colture biologiche”, sessione pratica in campo del progetto Ortobiostrip

CORE Organic - Partenariato europeo "Agroecology - Agroecologia": primo bando di finanziamento

CORE Organic annuncia il primo bando del nuovo partenariato europeo "Agroecology - Agroecologia". Il primo bando cofinanziato "Fostering agroecology at farm and landscape levels" è destinato a progetti di ricerca e innovazione che affrontano la transizione verso l'agroecologia nel contesto dei sistemi agricoli convenzionali e biologici.
 

L’agroecologia per invertire il disastro climatico, di Francesco Sottile

In questi giorni, parlare di sostenibilità e della riduzione dell’uso dei pesticidi è quanto mai complesso, in un quadro generale inquinato da una strumentalizzazione che ha posto agricoltura e ambiente in contrapposizione tra loro. Si è più volte detto che è una strada sbagliata, perché se tutela dell’ambiente e produzione agricola non diventano complici non si riuscirà a innescare quella conversione ecologica che è oggi inderogabile.