ASSOBIO al CIBUS di Parma: cresce l’export dell’agroalimentare biologico (+8%)

L’agroalimentare biologico si conferma un’eccellenza italiana apprezzata in tutto il mondo, e i dati dell’export confermano la crescita esponenziale degli ultimi anni: +8% nel 2023 (anno su anno, termine a luglio). Il valore complessivo remunerato dai mercati esteri è quindi di 3,641 miliardi di euro, con un incremento del 203% rispetto al 2012.

Internazionalizzazione del Bio Made in Italy: Focus Corea del Sud

Si svolge mercoledì 19 giugno a partire dalle 9.30 il nuovo webinar online in diretta streaming che L’evento rientra nelle iniziative di ITA.BIO, la prima piattaforma a supporto dello sviluppo strategico del biologico Made in Italy sui mercati internazionali, promossa da FederBio e ICE a cura di Nomisma.
La piattaforma ITA.BIO fornisce dati e informazioni utili per l’internazionalizzazione
dei prodotti biologici italiani.

Programma

Impatto del nuovo regolamento Ue sul settore biologico in Ecuador - Risultati di uno studio FiBL

In stretta collaborazione con Agrocalidad, l'autorità competente per il biologico in Ecuador, il FiBL Svizzera ha svolto un'attività di consulenza per fornire formazione e supporto tecnico sul nuovo regolamento biologico dell'Ue e per studiarne le principali implicazioni per il settore biologico in Ecuador. I risultati finali sono stati ora pubblicati in un rapporto dettagliato (si può scaricare QUI) in spagnolo.

Aspettando Rivoluzione Bio: l’export del biologico italiano nelle anticipazioni dell’Osservatorio Sana

In occasione della quinta edizione di Rivoluzione Bio – manifestazione prevista all’interno di SANA 2023, il 35° Salone Internazionale del biologico e del naturale – Nomisma presenterà i risultati del monitoraggio sui mercati internazionali realizzato nell’ambito del progetto ITA.BIO, la piattaforma per l’internazionalizzazione del biologico 'Made in Italy' promossa da ICE Agenzia e FederBio.

L'Italia, primo importatore di olio d'oliva biologico tunisino

I ricavi dell'esportazione di olio d'oliva tunisino sono aumentati del 36,9% dall'inizio della campagna 2022/2023 alla fine di maggio 2023, per raggiungere quasi 2,1 miliardi di dinari, nonostante un calo del 9,8% del volume delle esportazioni (a 132,5 mila tonnellate), secondo i dati pubblicati lunedì dall'Osservatorio Nazionale dell'Agricoltura tunisino (ONAGRI).