Data inizio
14 Feb 2022
News

Pubblichiamo di seguito dei chiarimenti relativi alla “compilazione BOX 10 - aggiornamento elenco PILP” e alla “comunicazione arrivo merce e vidimazione COI”.

Importazione dei prodotti biologici - delucidazioni compilazione BOX 10 - aggiornamento elenco PILP

Ad integrazione della precedente comunicazione (leggi QUI) si allega l’elenco, estrapolato da TRACES, di tutti i PILP registrati per l’Italia e quindi selezionabili nel BOX 10.

È possibile richiedere un aggiornamento di questo elenco con ulteriori PILP facendone richiesta ai seguenti indirizzi: [email protected] e p.c. [email protected]

ELENCO PILP

Importazione dei prodotti biologici - comunicazione arrivo merce e vidimazione COI

Con la presente si forniscono ulteriori chiarimenti e alcune indicazioni operative riguardanti i nuovi adempimenti a carico degli importatori di prodotti biologici, con particolare riferimento alle nuove modalità per la comunicazione di arrivo merce e la vidimazione del COI da parte dell’autorità competente.

Comunicazione di arrivo merce

Per tutti i COI emessi nel 2022 e quindi per tutte le partite che hanno lasciato il paese terzo di esportazione dopo il 1 gennaio 2022, la comunicazione di arrivo merce deve essere fatta ESCLUSIVAMENTE attraverso la modalità prevista dal regolamento (UE) 2021/2307 all’art.3 e quindi:

  • attraverso la compilazione del box 20 così come illustrato nel manuale d’uso del COI (figura qui sotto)
  • almeno 1 giorno lavorativo prima dell’arrivo della merce al PCF o al PILP indicato nel BOX 10

L’obbligo di comunicazione preventiva di arrivo merce, utilizzando i servizi resi disponibili dal Sistema Informatico Biologico (SIB) rimane, ai sensi del DM 4 febbraio 2022, n. 52932 SOLO per i COI emessi prima del 1 gennaio 2022.

 

Firma e validazione del COI

A seguito del mutato quadro normativo si è reso necessario un adeguamento della piattaforma TRACES per la gestione dei COI. Tale ristrutturazione, ancora in itinere, ha comportato anche la disabilitazione della maggior parte degli uffici delle dogane in precedenza abilitati per la validazione/vidima dei COI. Attualmente sono in corso le nuove abilitazioni per i diversi uffici doganali competenti che sono ora registrati/individuabili in TRACES come

  • PCF (Posti di Controllo Frontalieri) o BCP (Border Control Post) o
  • PILP (Punti di Immissione in Libera Pratica) o PORFC (Point Of Release of Free Circulation

Questo lavoro di adeguamento, che richiede anche il supporto di DGSANTE/TRACES, non è ancora terminato e può causare alcuni problemi nella gestione dei COI da parte degli uffici delle dogane competenti.

Per ovviare alle evidenti difficoltà che questa situazione comporta, ai sensi del regolamento (UE) 2021/2306 sarà possibile, da parte del funzionario della dogana competente per il controllo biologico, vidimare su carta, dopo la stampa, il COI (o l’estratto del COI) emesso in formato elettronico dall’odc/autorità di controllo del paese terzo. Si ricorda che eventuali copie del COI (o dell’estratto) devono riportare la dicitura “COPIA”.

Fonte: Mipaaf

 

Parole chiave