“Strip cropping ed altri modelli di coltivazione agroecologici per colture biologiche”, sessione pratica in campo del progetto Ortobiostrip

La viticoltura biologica per resistere agli impatti del clima, dal Giappone alla Nuova Zelanda, di Fiammetta Cupellaro

L’articolo prende lo spunto dalla prossima edizione di Slow Wine Fair 2024, che si svolgerà a Bologna dal 25 al 27 febbraio con la direzione artistica di Slow Food, storicamente impegnata sui temi della biodiversità, della sostenibilità ambientale e dell'equità sociale, per parlare di come la crisi climatica colpisca duro, di tutto il settore agricolo, in particolare il settore vitivinicolo, e del “nuovo approccio” alla coltura che, sempre più, i produttori stanno adottando per affrontare i cambiamenti.

L’agroecologia per invertire il disastro climatico, di Francesco Sottile

In questi giorni, parlare di sostenibilità e della riduzione dell’uso dei pesticidi è quanto mai complesso, in un quadro generale inquinato da una strumentalizzazione che ha posto agricoltura e ambiente in contrapposizione tra loro. Si è più volte detto che è una strada sbagliata, perché se tutela dell’ambiente e produzione agricola non diventano complici non si riuscirà a innescare quella conversione ecologica che è oggi inderogabile.

Salò: progetto D.E.S. in biblioteca per parlare di sostenibilità e biologico

Giovedì 22 febbraio 2024 alle ore 20.30 la biblioteca di Salò (Salotto della Cultura -  via Leonesio 4) ospiterà un’iniziativa aperta a tutti coloro che desiderano conoscere ed approfondire aspetti e dinamiche legate ad una forma di distribuzione attenta alla sostenibilità ambientale, ad una economia etica e solidale, promuovendo un consumo consapevole e  in armonia con le stagioni di prodotti locali evitando gli sprechi e valorizzando i sapori del territorio.

Alto Adige: sementi di fiori selvatici autoctoni per promuovere la biodiversità nei frutteti biologici

La semina in agricoltura ha un grande potenziale: a seconda del tipo di seme, ad esempio, si contribuisce ad aumentare la biodiversità, a migliorare il suolo o a offrire una fonte di sostentamento per gli insetti impollinatori. Nell'ambito di un progetto triennale iniziato nel 2023, ricercatrici e ricercatori del gruppo di lavoro Agricoltura Biologica e del settore Agricoltura Montana del Centro di Sperimentazione Laimburg stanno sviluppando approcci per la produzione di sementi selvatici da e per l'Alto Adige.

Plant health care in organic farming - The role of natural substances in a biodiversity-based system approach

One of organic agriculture’s defining traits is its approach towards plant health care, relying mainly on preventive and indirect measures within the agroecosystem. As a last resort, organic farmers can combine these with direct measures, if these are based on the use of natural substances. The principles of organic agriculture seek to prevent the introduction of new and alien substances into ecosystems. So, the use of synthetic pesticides is prohibited. More and more European citizens are concerned over synthetic pesticides use.

Mating Disruption: Key element of a successful building block strategy against Cydia pomonella in organic apple production

The codling moth (Cydia pomonella) is the most important and most frequent pest in organic fruit growing. The larvae of the codling moth damage apples in particular and can cause considerable crop losses.

The confusion technique can be considered as an elementary component of codling moth control. The most important condition for successful control is a low initial population.