Progetto PNABio: un seminario dedicato a pane e vino bio

Si svolge il 9 febbraio a Villafranca di Verona (Natura Sì- via Adamello 4 E/F, dalle 19.30 alle 21.00), nell’ambito del progetto PNABio finanziato dal Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste e coordinato da FederBio, un seminario dedicato al "Pane e vino PIWI BIO - Viti moderne e vecchi frumenti: capire, coltivare e degustare". Un team di esperti risponderà a domande e curiosità sul mondo della produzione biologica, il tutto gustando prodotti di alta qualità.

Webinar “Cosmesi bio, naturale e plant based. Come valorizzare le materie prime agricole ad uso cosmetico”

Il webinar si svolge l’8 febbraio dalle 15.00 alle 17.00. La crescente tendenza delle aziende cosmetiche ad utilizzare ingredienti ottenuti da piante e sottoprodotti derivanti filiere agro-alimentari è ormai un trend inarrestabile.

Destinando i prodotti agricoli al settore cosmetico l'agricoltore può aumentarne enormemente il valore aggiunto e, quindi, i margini economici, rispetto agli stessi prodotti commercializzati nei circuiti food.

THE STATE OF SUSTAINABLE MARKETS 2023 - STATISTICS AND EMERGING TRENDS

The concept of a ‘sustainability standard’ has evolved from a mere buzzword into a crucial pillar of global trade. Sustainability standards are important in international trade due to their role in promoting ethical business conduct, preparing businesses for upcoming mandatory regulations, fostering harmonization in global trade and driving innovation. As the world continues to prioritize sustainability, these standards serve as a potential framework upon which a more environmentally conscious and socially responsible global economy can be built.

Reggio Emilia: corso “I piccoli frutti biologici: opportunità per l’impresa in un’ottica di filiera corta e sostenibilità ambientale

Il corso, online con visita poi ad aziende sul territorio, è proposto da “Dinamica”, ente di formazione accreditato dalla Regione Emilia-Romagna, ed è rivolto ad imprenditori o dipendenti o coadiuvanti di Imprese Agricole iscritte all’Anagrafe della Regione. Ai partecipanti verrà rilasciato attestato di frequenza a seguito del raggiungimento della percentuale del 70%.

Agence Bio: pubblicato uno studio sul luppolo biologico

L’Agence Bio ha pubblicato uno studio che per la prima volta fa il punto sullo stato della filiera del luppolo coltivato con il metodo biologico in Francia nel 2022 e realizza una diagnostica dei suoi punti di forza e di debolezza attraverso indagini effettuate presso organismi per lo sviluppo, strutture professionali, coltivatori del luppolo, produttori di birra, tutti impegnati nel settore dell’agricoltura biologica.

BioFach 2024: "Spianare la strada per un futuro sostenibile" - aperte le iscrizioni

La fiera leader mondiale del biologico torna a Norimberga dal 13 al 16 febbraio 2024 presso il Centro Esposizioni di Norimberga, e riunisce espositori e visitatori dell'intero settore biologico, con operatori regionali, nazionali e internazionali. Dal 1990, BIOFACH è la destinazione imperdibile per i pionieri e per i nuovi arrivati che condividono la passione per gli alimenti biologici e il mercato del biologico, e desiderano scambiare idee con persone che la pensano allo stesso modo lungo l'intera catena del valore.

Logo europeo del biologico: un italiano su due non lo conosce. Le iniziative di ConMarcheBio

Il logo con la fogliolina verde è un simbolo inflazionato fra le corsie di mercati e supermercati: per il consumatore medio diventa sempre più difficile destreggiarsi fra un prodotto biologico ed uno sostenibile o ecologico. Per affrontare questa realtà, il Consorzio Marche Biologiche ha organizzato alcune iniziative di formazione ed incontri sul territorio, in primo luogo destinate agli operatori del settore ed ai negozianti.

I cantieri della transizione ecologica: la filiera biologica di barbabietola da zucchero più grande d’Europa 

La campagna itinerante di Legambiente “I cantieri della transizione ecologica” fa tappa a Minerbio, in provincia di Bologna, per fare il punto sulle sfide dell’agroecologia, portando in primo piano il lavoro avviato dalla cooperativa dei produttori bieticoli COPROB, con la filiera biologica di barba