BuyFood Toscana 2024, Firenze 23 e 24 ottobre 2024

Sono aperte le iscrizioni a BuyFood Toscana 2024, l’evento dedicato ai prodotti agroalimentari di eccellenza della Toscana (DOP, IGP, Biologici, Prodotto di Montagna, AgriQualità e Prodotti Agroalimentari Tradizionali – PAT). BuyFood Toscana 2024 si svolgerà il 23 e 24 ottobre presso il Palaffari, a Firenze, dove si terranno numerosi incontri B2B, tra le aziende agricole toscane che saranno selezionate con Avviso pubblico ed i buyer stranieri, selezionati da PromoFirenze attraverso la rete camerale all’estero.

Assegnati a Ripescia, in Maremma, i premi di Legambiente per i vini biologici, biodinamici e le aziende eroiche

Si è svolta a Ripescia (GR) la 32^ rassegna-degustazione nazionale dei vini biologici e biodinamici, con l’assegnazione di premi ai migliori prodotti italiani. I premi sono stati assegnati da una giuria formata da esperti tramite degustazione cieca, ed assegnati a molteplici categorie di prodotto.

Toscana: nasce il sesto biodistretto, “Le Colline della Pia”

Insiste sui territori comunali di Roccastrada, Massa Marittima e Gavorrano, in provincia di Grosseto, ed ha una SAU di 20.400 ettari complessivi, di cui quasi il 42% condotti con il metodo dell'agricoltura biologica (le aziende a conduzione biologica sono 340): è questo il profilo del neo-nato biodistretto “Colline della Pia”, il sesto della Toscana.

Innovazione bio, partito il corso itinerante nel Biodistretto del Montalbano (Prato)

L’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica di Firenze e l’associazione Biodistretto del Montalbano hanno organizzato il corso di formazione Innovazione bio destinato alle aziende agricole biologiche o in conversione ubicate nel territorio del Montalbano, un progetto sostenuto del ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste che interesserà 10 regioni italiane.

Toscana, "Regina del bio"

Nell’Unione Europea il 9,6% della superficie agricola utilizzata è bio; la percentuale sale in Italia al 18,7% e in Toscana, vera e propria 'Regina del bio', balza oltre la percentuale record del 35,8, la più alta fra le 5 regioni che in Italia hanno implementato nell’ultimo decennio le coltivazioni biologiche e che insieme (Emilia-Romagna, Toscana. Puglia, Calabria e Sicilia) totalizzano il 55% delle colture Bio in Italia.

Toscana: prende forma il distretto biologico delle colline del Fiora e dell’Amiata

Con riunioni a Pitigliano e Roccalbegna, che hanno visto la partecipazione dei relativi Comuni e delle numerose aziende agricole biologiche locali, sta scaldando i motori il secondo distretto biologico in provincia di Grosseto. Sono cinque i Comuni che si sono accordati per creare quello che , ufficiosamente, dovrebbe chiamarsi “Distretto biologico Aldobrandesco”: Castell’Azzara, Pitigliano, Roccalbegna, Sorano, Semproniano, con un totale di oltre 390 aziende biologiche certificate ed altre che sono in via di conversione.

Toscana Bio, Organic Cities & Apab: due giornate fiorentine su Cibo-Clima-Cultura

Venerdi 2 e sabato 3 febbraio 2024 sono in programma due giornate fiorentine, italiane ed europee su Cibo-Clima-Cultura. L'evento è organizzato da Toscana Bio, Organic Cities, Apab, con il patrocinio del Comune di Firenze e con il sostegno di Qualità & Servizi, Probios, Istituto degli Innocenti e del Libraccio e delle riviste Terra Nuova e Terra Biodinamica.

Convegno: "Il biochar per aumentare la sostenibilità della viticoltura nel comparto biologico: Focus sul Progetto B-Wine"

Il biochar usato come ammendante del suolo è una pratica agronomica sostenibile ampiamente usata al fine di migliorare la fertilità chimica, fisica e biologica dei suoli, la capacità di ritenzione e infiltrazione idrica e agire come meccanismo di stoccaggio a lungo termine per il carbonio.