SORBIO - Tecnologie e processi innovativi per la tracciabilità, la verifica e il controllo della qualità nelle produzioni biologiche ortofrutticole.

Partecipanti al progetto: 
Istituto di ricerca: 
Ente finanziatore: 
MIUR

Il progetto intende contribuire allo sviluppo delle conoscenzescientifiche al fine di raggiungere “un livello adeguato di protezionealimentare” “dal campo alla tavola” nel settore dell’ortofruttabiologica in modo da contribuire all’obiettivo generale dimiglioramento della salute pubblica
Il raggiungimento dell'obiettivo finale è previsto attraverso 4 obiettivi realizzativi:
OR1
Metterea punto un sistema innovativo di controllo della qualità dei prodottibiologici sia nella fase di produzione che di conservazione;
OR2
Implementarecomponenti e sistemi di verifica della qualità con particolareriferimento agli aspetti organolettici e della sicurezza alimentare;
OR3
Metterea punto un sistema di tracciabilità su base informatica ad elevatogrado di automazione in grado di seguire la vita del prodotto durantetutto il suo ciclo “dal campo alla tavola” e capace di integrarsi congli altri sistemi di controllo e gestione attuati nella filiera;
OR4
Progettare una “Piattaforma intelligente” integrata di controllo e sicurezza alimentare
La ricerca riguarda le seguenti colture:
2002 – scarola: epoche di raccolta e caratteristiche qualitative dei cespi;
2003 - scarola: effetti della fertilizzazione in copertura e della copertura con TNT;
- ruchetta: confronto tra 2 metodi irrigui (localizzato ed aspersione), 2 regimi irrigui e 2 densità colturali;
- radicchio: confronto tra 2 cv, 2 densità colturali e 3 repliche;
- albicocche, pesche nettarine, susine: caratterizzazione qualitativa in pre e post confezionamento;
2003/04 - radicchio e scarola: Evoluzione di polifenoli, antiossidanti, zuccheri e attività enzimatiche;
- cavolo broccolo: 4 cv, 4 livelli di fertilizzazioni, 4 repliche;
- ruchetta: confronto tra 2 fertilizzazioni, densità colturali e 3 repliche;
- scarola: 3 cv, 2 livelli di fertilizzazione, 2 densità, 4 repliche;
- fragola: difesa da botritys con funghi antagonisti;
- albicocche, pesche nettarine, susine, agrumi: caratterizzazione qualitativa in pre e post confezionamento;
2004/05 - cavolo broccolo: 4 cv, 3 livelli di fertilizzazione, 4 repliche;
- ruchetta: 4 regimi irrigui, 2 densità, 2 cultivar, 4 repliche;
- scarola: 3 cv, 3 livelli di fertilizzazione,2 densità, 4 repliche;
- mandorle e nocciole: shelf life, caratterizzazione chimica;
- agrumi: valutazione dei prodotti di IV gamma.

Il progetto intende contribuire allo sviluppo delle conoscenzescientifiche al fine di raggiungere “un livello adeguato di protezionealimentare” “dal campo alla tavola” nel settore dell’ortofruttabiologica in modo da contribuire all’obiettivo generale dimiglioramento della salute pubblica
Il raggiungimento dell'obiettivo finale è previsto attraverso 4 obiettivi realizzativi:
OR1
Metterea punto un sistema innovativo di controllo della qualità dei prodottibiologici sia nella fase di produzione che di conservazione;
OR2
Implementarecomponenti e sistemi di verifica della qualità con particolareriferimento agli aspetti organolettici e della sicurezza alimentare;
OR3
Metterea punto un sistema di tracciabilità su base informatica ad elevatogrado di automazione in grado di seguire la vita del prodotto durantetutto il suo ciclo “dal campo alla tavola” e capace di integrarsi congli altri sistemi di controllo e gestione attuati nella filiera;
OR4
Progettare una “Piattaforma intelligente” integrata di controllo e sicurezza alimentare

La ricerca riguarda le seguenti colture:
2002 – scarola: epoche di raccolta e caratteristiche qualitative dei cespi;
2003 - scarola: effetti della fertilizzazione in copertura e della copertura con TNT;
- ruchetta: confronto tra 2 metodi irrigui (localizzato ed aspersione), 2 regimi irrigui e 2 densità colturali;
- radicchio: confronto tra 2 cv, 2 densità colturali e 3 repliche;
- albicocche, pesche nettarine, susine: caratterizzazione qualitativa in pre e post confezionamento;
2003/04 - radicchio e scarola: Evoluzione di polifenoli, antiossidanti, zuccheri e attività enzimatiche;
- cavolo broccolo: 4 cv, 4 livelli di fertilizzazioni, 4 repliche;
- ruchetta: confronto tra 2 fertilizzazioni, densità colturali e 3 repliche;
- scarola: 3 cv, 2 livelli di fertilizzazione, 2 densità, 4 repliche;
- fragola: difesa da botritys con funghi antagonisti;
- albicocche, pesche nettarine, susine, agrumi: caratterizzazione qualitativa in pre e post confezionamento;
2004/05 - cavolo broccolo: 4 cv, 3 livelli di fertilizzazione, 4 repliche;
- ruchetta: 4 regimi irrigui, 2 densità, 2 cultivar, 4 repliche;
- scarola: 3 cv, 3 livelli di fertilizzazione,2 densità, 4 repliche;
- mandorle e nocciole: shelf life, caratterizzazione chimica;
- agrumi: valutazione dei prodotti di IV gamma.

Pubblicazioni: 

Produzioni:

Recensioni: 
Info varie: