P.I.C. INTERREG III A ITALIA/ALBANIA Mis. 3.1 azione B - Olivo e vite

P.I.C. INTERREG III A ITALIA/ALBANIA Mis. 3.1 azione B “Progetto finalizzato integrato per la diffusione e assistenza tecnica all’implementazione di metodologie per la produzione di prodotti biologici (PAB)”
Validazione di disciplinari relativi a tecnich

Coordinatore: 
Istituto di ricerca: 
Ente finanziatore: 
UE

Gli obiettivi della sperimentazione e dimostrazione sono:
1.Valutazione dell’efficacia dell’attività del metodo “Attract and Kill”(dispositivi attivati con piretroidi, attrattivo alimentare e feromone)per il controllo della mosca dell’olivo (Bactrocera oleae), in campicondotti con il metodo di agricoltura biologica.
2. Valutazionedell’efficacia dell’attività di diverse sostanze attive per ilcontrollo della mosca dell’olivo (Bactrocera oleae), in campi condotticon il metodo di agricoltura biologica.
3. Valutazionedell’efficacia di due varietà di Bacillus thuringiensis nei confrontidella II e III generazione della Lobesia botrana (Tignoletta dellavite) e nei confronti della Palpita unionalis (Margaronia delle olivo).
4. Valutazione delle interazioni tra la gestione della fertilità dei suoli e la difesa fitoiatrica di un oliveto.
5. Valutazione dell’efficacia di olio minerale nei confronti della Saissetia oleae in oliveti biologici
6.Valutazione della presenza di residui di rotenone, rame, piretro eazadiractina nelle drupe per il controllo della Bactrocera oleae inolivicoltura biologica.
7. Validazione di strategie di controllo della peronospora e oidio in vigneti da vino e da tavola
8. Caratterizzazione genica di popolazioni di Psyttalia (=Opius) concolor mediante RAPD in programmi di lotta biologica
Sono state selezionate le aziende ed è stata avviata la prima annualitàdell’applicazione delle metodiche di produzione biologica
Siè provveduto ad elaborare i dati raccolti dalle attività condotte incampo e si è portata a termine l’analisi dei primi risultati.
Lavalidazione dei disciplinari riguarderà sia il controllo dellaperonospora, oidio e tignoletta per la coltura della vite, mentre perl’olivo il controllo verrà effettuato nei riguardi sia della mosca, chedella margaronia e della cocciniglia; in particolare sarà validatal’efficacia di due tipologie di trappole “Attract and kill”, (Vioryl eAgrisense) e determinata l’efficacia di alcuni prodotti ammessi per ilcontrollo della mosca. Inoltre sarà validata la strategia di controllosia della Margaronia con due Bacillus thuringiensis (kurstaki eaizawai) che della Cocciniglia con oli minerali.
Per quantoriguarda la gestione della fertilità sono impostate le prove, inparticolare si sta valutando l’utilizzo di coperture vegetali come iltrifoglio subterraneo, l’uso di un fertilizzante organico (guano)accoppiato ai residui di potatura.
A..R. Malacrida, S. Bertin, L.M. Gomulski, G. Gasperi, F. Baldacchino,M. A. Albakri,
V.Simeone “RAPD markers for the characterization of the olive fruit flyparasitoid, Psyttalia concolor (Szépligeti) (Hymenoptera, Braconidae)used in biological control programmes” in ''Eighth Annual Exotic FruitFly Symposium'' Riverside, CA, USA, March 7th – 9th, 2005.

F.Baldacchino, V. Simeone, T. Sfeir, M.A. Albakri, A.R. Malacrida, G.Gasperi, S. Bertin & L.M. Gomulski. “Indagini preliminari sullapossibile identificazione di popolazioni di Psyttalia (=Opius) concolorSzépligeti (Hymenoptera Braconidae) con l’uso di marcatori RAPD”. XXCongresso Nazionale Italiano di Entomologia, Perugia-Assisi 13-18Giugno 2005.

Tarelli, H. Hyka, V. Simeone “Una breve panoramicasulla produzione dell’uva in Albania ed in Puglia”. Manuale diViticoltura biologica. Progetto Interreg III Italia-Albania (PAB) Vol.1 Pag. 83-97.

V. Simeone, A. Guario, S. Shahini. “Linee guidasulla Viticoltura biologica”. Manuale di Viticoltura biologica.Progetto Interreg III Italia-Albania (PAB) Vol. 1 Pag. 107-147

Visita il sito web del progetto http://pab.iamb.it

Gli obiettivi della sperimentazione e dimostrazione sono:
1.Valutazione dell’efficacia dell’attività del metodo “Attract and Kill”(dispositivi attivati con piretroidi, attrattivo alimentare e feromone)per il controllo della mosca dell’olivo (Bactrocera oleae), in campicondotti con il metodo di agricoltura biologica.
2. Valutazionedell’efficacia dell’attività di diverse sostanze attive per ilcontrollo della mosca dell’olivo (Bactrocera oleae), in campi condotticon il metodo di agricoltura biologica.
3. Valutazionedell’efficacia di due varietà di Bacillus thuringiensis nei confrontidella II e III generazione della Lobesia botrana (Tignoletta dellavite) e nei confronti della Palpita unionalis (Margaronia delle olivo).
4. Valutazione delle interazioni tra la gestione della fertilità dei suoli e la difesa fitoiatrica di un oliveto.
5. Valutazione dell’efficacia di olio minerale nei confronti della Saissetia oleae in oliveti biologici
6.Valutazione della presenza di residui di rotenone, rame, piretro eazadiractina nelle drupe per il controllo della Bactrocera oleae inolivicoltura biologica.
7. Validazione di strategie di controllo della peronospora e oidio in vigneti da vino e da tavola
8. Caratterizzazione genica di popolazioni di Psyttalia (=Opius) concolor mediante RAPD in programmi di lotta biologica

Sono state selezionate le aziende ed è stata avviata la prima annualitàdell’applicazione delle metodiche di produzione biologica
Siè provveduto ad elaborare i dati raccolti dalle attività condotte incampo e si è portata a termine l’analisi dei primi risultati.
Lavalidazione dei disciplinari riguarderà sia il controllo dellaperonospora, oidio e tignoletta per la coltura della vite, mentre perl’olivo il controllo verrà effettuato nei riguardi sia della mosca, chedella margaronia e della cocciniglia; in particolare sarà validatal’efficacia di due tipologie di trappole “Attract and kill”, (Vioryl eAgrisense) e determinata l’efficacia di alcuni prodotti ammessi per ilcontrollo della mosca. Inoltre sarà validata la strategia di controllosia della Margaronia con due Bacillus thuringiensis (kurstaki eaizawai) che della Cocciniglia con oli minerali.
Per quantoriguarda la gestione della fertilità sono impostate le prove, inparticolare si sta valutando l’utilizzo di coperture vegetali come iltrifoglio subterraneo, l’uso di un fertilizzante organico (guano)accoppiato ai residui di potatura.

Pubblicazioni: 

A..R. Malacrida, S. Bertin, L.M. Gomulski, G. Gasperi, F. Baldacchino,M. A. Albakri,
V.Simeone “RAPD markers for the characterization of the olive fruit flyparasitoid, Psyttalia concolor (Szépligeti) (Hymenoptera, Braconidae)used in biological control programmes” in ''Eighth Annual Exotic FruitFly Symposium'' Riverside, CA, USA, March 7th – 9th, 2005.

F.Baldacchino, V. Simeone, T. Sfeir, M.A. Albakri, A.R. Malacrida, G.Gasperi, S. Bertin & L.M. Gomulski. “Indagini preliminari sullapossibile identificazione di popolazioni di Psyttalia (=Opius) concolorSzépligeti (Hymenoptera Braconidae) con l’uso di marcatori RAPD”. XXCongresso Nazionale Italiano di Entomologia, Perugia-Assisi 13-18Giugno 2005.

Tarelli, H. Hyka, V. Simeone “Una breve panoramicasulla produzione dell’uva in Albania ed in Puglia”. Manuale diViticoltura biologica. Progetto Interreg III Italia-Albania (PAB) Vol.1 Pag. 83-97.

V. Simeone, A. Guario, S. Shahini. “Linee guidasulla Viticoltura biologica”. Manuale di Viticoltura biologica.Progetto Interreg III Italia-Albania (PAB) Vol. 1 Pag. 107-147

Tecniche:

Recensioni: 
Info varie: 

<a target="blank" href="http://pab.iamb.it/">Visita il sito web del progetto http://pab.iamb.it</a>