Marche

Regione Marche: nuovi criteri per il riconoscimento dei Distretti del cibo, c’è anche il biologico

L’obiettivo è quello di fare delle Marche il più grande distretto nazionale del biologico. A disposizione ci sono 100 mila euro per la sua costituzione e avvio. Poi bandi mirati del Programma di sviluppo rurale, con 25 milioni di euro, per il 2021, destinati alle aziende che producono biologico, più altri 18 milioni riservati alle filiere di qualità e ai prodotti locali. Quello del biologico è uno dei tre Distretti del cibo individuati dalle Marche.

Italiano

Marche - BIOCEREALS4.0: un webinar sulla gestione agronomica ed economica delle aziende bio

Venerdì 12 febbraio, dalle ore 15.00 alle 18.00, si svolge in modalità webinar (per collegarsi cliccare su questo LINK) il seminario organizzato da Montebello Cooperativa Agrobiologica sul tema “Come rendere più efficiente la gestione agronomica ed economica delle aziende agricole biologiche marchigiane mediante le tecnologie dell’agricoltura di precisione e la digitalizzazione della filiera”.

Italiano

Webinar “Green Deal europeo e gestione del rischio nella filiera biologica”

“La filiera marchigiana per la valorizzazione dei seminativi biologici: un progetto per migliorare la sostenibilità ambientale ed economica del sistema agricolo regionale” propone un webinar martedì 26 gennaio dalle 15.00 alle 18.00 su conti colturali, gestione del rischio e gli orientamenti della nuova Politica Agricola Comune nell’ambito del Green Deal europeo. L’iniziativa si svolge nell’ambito del Progetto Integrato di Filiera Agroalimentare - Sottomisura 1.2 - PSR Marche 2014-2020. Il programma è il seguente:

Saluti e introduzione

Italiano

Anabio Marche: la giornata del biologico 2020

Anabio Marche, CIA Pesaro/Urbino e la Camera di Commercio delle Marche organizzano per il 16 dicembre alle 11.15 un seminario dal titolo “La giornata del biologico 2020 – Il cibo biologico, opportunità in tempo d pandemia”. L’incontro avrà luogo presso l’Agriturismo Gentil Rosso,  Fano - Via Fenile, 53/A.

QUI si può scaricare il programma

Fonte: ANABIO

Non definito

Marche: parte il progetto “Bio_Agronomica”

Il 1° dicembre 2020 alle ore 15 viene presentato il progetto “BIO_Agronomica” dedicato alla consulenza nel settore dell’agricoltura biologica nelle Marche. Il tema in particolare è “Come accompagnare la transizione ecologica e digitale del sistema agroalimentare marchigiano: la funzione strategica della consulenza”. Il webinar è organizzato da Confcooperative Marche in collaborazione del Consorzio Marche Biologiche. Interverranno il Dott.

Italiano

Marche: nasce il distretto biologico “Terre Marchigiane”

Nasce nelle Marche, su iniziativa dell’associazione AnaBio, ed assieme alla federazione provinciale Coldiretti, un nuovo distretto biologico nella provincia di Pesaro-Urbino, che coinvolge i comuni di Pergola, Frontone, Serra Sant’Abbondio, San Lorenzo in Campo, Fratte Rosa, Mondavio, Terre Roveresche, Monte Porzio, Sant’Ippolito, Fossombrone, San Costanzo, Cagli. 

Italiano

Un progetto nelle Marche: Sentieri Bio

Sentieri Bio è un progetto che nasce dalla collaborazione e dall’amicizia di un gruppo eterogeneo di persone con un interesse comune: l’ambiente. È un progetto di condivisione di saperi che girano intorno a un pilastro portante, quello dell’agricoltura biologica, ed è un’idea che nasce dentro le aule dell’Università degli Studi di Urbino, nelle ore del Corso “Modelli, politiche e strategie per lo sviluppo dell’agricoltura biologica”.

Italiano

Consorzio Marche Bio: un servizio di consulenza per gli agricoltori biologici

Il Consorzio Marche Biologiche sta predisponendo un progetto di consulenza denominato “BIO_Agronomica” ai sensi del bando regionale a sostegno dei servizi di consulenza - Sottomisura 2.1. PSR Marche 2014/2020. Il progetto si pone come obiettivo di sostenere gli imprenditori agricoli a risolvere le principali criticità agronomiche-economico-gestionali incontrate dalle aziende condotte con metodo biologico ai sensi del Regolamenti CE n. 834/2007 e n. 889/2008.

Italiano

Biodistretti: un nuovo progetto per la Vallesina nelle Marche

Nascerà presto nelle Marche, in Vallesina, un nuovo biodistretto targato AIAB, che andrà ad ampliare quella rete di territori che in tutta Italia hanno scelto, per il loro sviluppo, la vocazione del bio e della sostenibilità. Molti gli obiettivi, tra i quali, naturalmente, quello di favorire lo sviluppo delle produzioni bio del territorio e delle relative filiere collegate.

Italiano

Jesi, un biodistretto per valorizzare i prodotti della Vallesina, di Matteo Tarabelli

In un articolo del magazine online “CentroPagina”, l’autore informa  della nascita di un nuovo biodistretto nelle Marche, localizzato in Vallesina, il cui centro principale è la industriosa città di Jesi.  Un biodistretto che ha lo scopo di mettere in rete , oltre alle risorse produttive della zona, anche le sue risorse naturali e culturali, per una loro valorizzazione attraverso politiche locali orientate alla salvaguardia dell’ambiente, delle tradizioni e dei prodotti locali. Se ne fa promotore il Comune di Jesi assieme all’AIAB Marche.

Italiano

Pagine

Abbonamento a Marche