cambiamenti climatici

I cinque assi del bio per battere la crisi climatica, di Francesca Langiano

In un intervento pubblicato su “Cambia la Terra” la giornalista presenta un rapporto che indica come anche scelte ordinarie come decidere quali prodotti acquistare al supermercato diventano importanti se si vuole fare la propria parte di fronte all’emergenza del cambiamento climatico.

Italiano

“Organic Farming Research Foundation”: il biologico per le priorità della ricerca sul clima

Mentre i legislatori continuano a considerare una legislazione globale sul clima, negli Stati Uniti la “Organic Farming Research Foundation” (OFRF) sta lavorando a stretto contatto con il Congresso e le organizzazioni partner per garantire che le voci degli agricoltori biologici siano ascoltate a livello politico.

Italiano

“Progetto Bresov”: prodotti biologici resilienti al cambiamento climatico

L’Università di Catania ha fatto il punto, con il coordinamento del prof. Ferdinando Branca del Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente,  del secondo anno del progetto Horizon 2020 “BRESOV” (Breeding for Resilient Efficient and Sustainable Organic Vegetable Production)”, un’iniziativa di ricerca internazionale finalizzata ad ottenere nuove linee resilienti e sostenibili della filiera dei prodotti biologici che ben si adattano agli agrosistemi orticoli sempre più sottoposti ai nuovi scenari del cambiamento climatico.

Italiano

CIHEAM Bari: webinar del progetto GECO2 su gestione fertilità del suolo ed eco-efficienza

Lunedì 3 agosto 2020, dalle 10:00 alle 12.30, si conclude il ciclo di incontri organizzati dal CIHEAM Bari nell’ambito del progetto GECO2, un progetto finanziato dal Programma di Cooperazione transfrontaliera Interreg V A Italia-Croazia volto a lottare contro i cambiamenti climatici ed a sviluppare un nuovo modello agricolo e industriale sostenibile.

Sono due gli interventi previsti:

Italiano

Progetto GECO2: un webinar del CIHEAM Bari su Green Economy, Green Market, produzione agricola e ambiente

La comunità scientifica concorda ampiamente sul fatto che la causa principale del riscaldamento globale è legata alle emissioni antropogeniche di gas a effetto serra (GHG), misurate come equivalente di biossido di carbonio (CO2e).

Italiano

Linee guida per ridurre la perdita di azoto reattivo nei sistemi di agricoltura biologica

Una nuova analisi, guidata dall’ Organic Center e pubblicata sulla rivista Organic Agriculture, evidenzia i benefici che l'agricoltura biologica ha nella riduzione dell'inquinamento da azoto globale e illustra i modi per massimizzare tali benefici.

Italiano

Acquacultura biologica: il progetto “FutureEUAqua”

Finanziato dall’UE nel quadro di Horizon 2020, obiettivo del progetto FutureEUAqua è promuovere efficacemente la crescita sostenibile dell'acquacoltura biologica e convenzionale ecocompatibile delle principali specie ittiche e di organismi a basso livello trofico resilienti ai cambiamenti climatici, con lo scopo di far fronte alle sfide future relative alla crescente domanda dei consumatori di alimenti di alta qualità, nutrienti e prodotti in modo responsabile.

Italiano

“I campi cureranno il mondo”, di Carlo Triarico

E’ il titolo dell’articolo pubblicato sul Corriere della Sera dal presidente dell’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica. Un intervento che offre importanti spunti di riflessione supportati da dati puntuali sulla fame nel mondo, sullo spreco di cibo, sull’emissione di carbonio derivante dal consumo di energia e sulla crescita della popolazione urbanizzata. «Il dramma pandemico che viviamo è solo la punta d’iceberg» sostiene Triarico in apertura.

Italiano

Allevamento biologico e adattamento al cambiamento climatico

L'allevamento biologico con razze autoctone / locali garantisce mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici, preservando l'ambiente naturale e controllando nuove situazioni epidemiologiche. E’ quanto scrive il ricercatore Carmelo García Romero in un articolo pubblicato sulla rivista Ae 29 “Agroecologia e adattamento ai cambiamenti climatici”.

Italiano

IL MICROBIOMA VEGETALE SIMBIONTE COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLE LEGUMINOSE FORAGGERE - MICRO4Legumes

Bando/affidamento/Decreto:

Decreto Ministeriale 27 settembre 2018 n.67374

Obiettivi generali:

Costituzione di miscele di ceppi batterici azotofissatori efficienti in condizioni di siccità;
Valutazione agronomica delle performance delle miscele inoculate su erba medica;
Valutazione delle risposte del microbioma del suolo e della rizosfera alle inoculazioni.

Breve descrizione del progetto:

Pagine

Abbonamento a cambiamenti climatici