Azoto

I cinque assi del bio per battere la crisi climatica, di Francesca Langiano

In un intervento pubblicato su “Cambia la Terra” la giornalista presenta un rapporto che indica come anche scelte ordinarie come decidere quali prodotti acquistare al supermercato diventano importanti se si vuole fare la propria parte di fronte all’emergenza del cambiamento climatico.

Italiano

Linee guida per ridurre la perdita di azoto reattivo nei sistemi di agricoltura biologica

Una nuova analisi, guidata dall’ Organic Center e pubblicata sulla rivista Organic Agriculture, evidenzia i benefici che l'agricoltura biologica ha nella riduzione dell'inquinamento da azoto globale e illustra i modi per massimizzare tali benefici.

Italiano

Agricoltura biologica: il “cestino” per il riciclo dell'azoto

L'azoto è fondamentale per ogni tipo di vita. Ma una quantità eccessiva di una certa forma di azoto – l’azoto reattivo - può minacciare sia le persone che gli ecosistemi e causare una cospicua serie di problemi ambientali. Un nuovo studio condotto da ricercatori dell'Università della Virginia assieme all’Organic Center mostra che le pratiche di agricoltura biologica possono aiutare a prevenire l'accumulo globale di azoto reattivo e ridurre la presenza di uno dei principali fattori che contribuiscono al cambiamento climatico.

Italiano

Nuova ricerca: l'agricoltura biologica può aiutare a ridurre l'inquinamento da azoto

Un’importante nuova ricerca dell'Università della Virginia, realizzata  in collaborazione con lo statunitense “Organic Center”, mostra che l'agricoltura biologica può aiutare a ridurre l'inquinamento da azoto su scala globale.

Italiano

Effluenti zootecnici: la delibera della Regione Campania.

L’art. 4 comma 10 del DM n. 18354 del 27 novembre 2009  prevede che  “L'autorità competente che stabilisce il numero di unità animali adulti equivalenti al limite dei 170 chilogrammi di azoto per anno/ettaro è la Regione o Provincia autonoma territorialmente competente. Tali amministrazioni tengono conto, anche a titolo orientativo, delle tabelle riportate in allegato IV del Reg. (CE) n. 889/2008, del DM 7/4/2006, nonché delle relative disposizioni regionali di attuazione e della direttiva 91/676/CE.

Non definito

Idrolizzati Proteici in Agricoltura Biologica: in un convegno i risultati del Progetto PRO.IDRO.

Il convegno, che si svolgerà a Chiampo (Vicenza) il prossimo 25 marzo, si propone di fornire evidenze circa le qualità degli idrolizzati proteici ed il loro impatto nei confronti delle funzioni ecologiche del sistema pianta- suolo e sull’uomo e quindi sul loro possibile utilizzo come fertilizzanti in agricoltura biologica. In particolare, verranno illustrati i risultati ottenuti dalle attività di ricerca relative al Progetto PRO.IDRO “Innocuità ed efficacia degli idrolizzati proteici di origine animale nella fertilizzazione azotata in agricoltura biologica”, finanziato dal Mipaaf .

Italiano

Lombardia: la nota della Regione per gli effluenti zootecnici.

La Giunta Regionale della Lombardia, in applicazione dell'art. 15 del Reg. (CE) n. 889/08 e dell'art. 4 punto 10 del DM n. 18354/09, ha emanato una nota nella quale vengono specificati i quantitativi di azoto totale contenuto negli effluenti zootecnici e potenzialmente apportabili al campo per anno.
L’atto è interamente visionabile al sito della Regione, nella sezione ‘argomenti’, ‘gestione nitrati’ – VAS.

La nota

Fonte: Regione Lombardia

Italiano

Emilia-Romagna: la nota regionale per gli effluenti zootecnici.

La Regione Emilia-Romagna ha dato applicazione al DM del 7 aprile del 2006 relativo all’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento con Deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 96 del 16 gennaio 2007. Essa identifica il quantitativo di azoto totale contenuto negli effluenti e potenzialmente apportabile ai campi per anno nella Regione Emilia-Romagna, in applicazione dell’art. 15 del Reg. (CE) n. 889/2008.

Italiano
Abbonamento a Azoto