CRA - OLI - Centro di ricerca per l’olivicoltura e l’industria olearia

Tipo istituzione: 
C.R.E.A.

Direttore - Enzo Perri

C.da Li Rocchi - 87036 - Rende CS

Telefono: 
0984 4052
Fax: 
0984-402099
Curriculum: 

 

Storia del Centro di Ricerca per l’Olivicoltura e l’Industria Olearia - C10 (CRA-OLI)
 
-          Nel febbraio del1889 viene istituito, con regio decreto (RD), a Palmi (RC), il “Regio Frantoio Sperimentale”;
-          Il 31-01-1899, con RD, il “Regio Frantoio Sperimentale” è trasferito da Palmi a Cosenza;
-          Nel 1903, il “Regio Frantoio Sperimentale” è trasferito, per RD, da Cosenza a Spoleto (PG);
-          Il 18-5-1924, con con RD n. 822, il “Regio Frantoio Sperimentale” diventa Ente morale autonomo assumendo il nome di “Regio Istituto Sperimentale ed annesso frantoio”;
-          Nel 1968, con DPR n. 1318 del 23-11-67, viene istituito l’Istituto Sperimentale per l’Olivicoltura, con sede a Cosenza e sedi operative periferiche a Spoleto e Palermo, quale Istituto di Ricerca e Sperimentazione Agraria del Ministero dell’Agricoltura e Foreste.
-          Dal 1 ottobre 2004, in virtù del D.L.vo 454/1999, l’Istituto Sperimentale per l’Olivicoltura afferisce al Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (C.R.A.).
Oggi, il Centro di Ricerca per l’Olivicoltura e l’Industria Olearia - C10 (CRA-OLI) è uno dei 15 Centri di Ricerca del Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (CRA), Ente pubblico di ricerca e sperimentazione con competenza scientifica generale nel settore agricolo, agroindustriale, ittico e forestale, posto sotto la vigilanza del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Il Centro si articola in due sedi scientifiche, a Rende (CS) e Pescara, in una sede distaccata a Spoleto (PG), ed è dotato di un’amministrazione centrale presso la sede di Rende.

Missione:
Missione: il CRA-OLI si dedica alla biologia, alla genetica, al miglioramento genetico e alla selezione varietale dell’olivo. Collabora con il Centro di ricerca per la genomica e la post-genomica animale e vegetale per l’identificazione e la caratterizzazione di geni utili e per lo sviluppo di metodologie biomolecolari di supporto al miglioramento genetico. Studia le tecniche di coltivazione e di difesa della specie con particolare riferimento alle tecniche di produzione integrata e biologica. Sviluppa attività di ricerca relative alla raccolta, conservazione e relativa chimica del frutto sia
per la trasformazione in olio che per il consumo fresco. Si occupa della caratterizzazione delle cultivar locali e delle relative produzioni in un ottica di valorizzazione del binomio territorio-prodotto. Sviluppa le attività scientifiche relative all’elaiotecnica, alle tecniche per la conservazione dell’olio e per la tracciabilità delle produzioni. Studia i problemi legati allo smaltimento e utilizzazione dei reflui dell’industria olearia.

Attività:

Il Centro dispone di competenze scientifiche interdisciplinari annoverando ricercatori con lauree in Chimica, Scienze Agrarie, Scienze Biologiche e tecnici diplomati con notevole esperienza delle problematiche della filiera olivicolo-olearia. Infine, molti, tra i ricercatori ed i tecnici del CRA-OLI sono anche assaggiatori di oli vergini di oliva professionisti, iscritti all’albo nazionale degli assaggiatori e capi panel esperti nella valutazione sensoriale degli oli.
Il Centro ha notevoli esperienze nel campo dell’innovazione tecnologica scientifica. Infatti, esso è  sempre stato all'avanguardia nell'adozione di tecniche colturali, di propagazione, di difesa, di biologia, di elaiotecnica ed analitiche innovative in campo olivicolo-oleario.
Risorse
Nei campi collezione del germoplasma olivicolo del Centro presso Mirto Crosia (CS), Spoleto e Città S. Angelo (PE), sono presenti oltre 600 varietà di olivo e numerosi cloni selezionati nel corso degli anni in varie regioni italiane. Il Centro ha in dotazione: gascromatografi, cromatografi liquidi ad alta pressione dotati di rivelatori UV-vis, ad indice di rifrazione, fluorimetrico, serie di diodi, spettrofotometri UV-Visibile, ICP-MS, frantoi a ciclo continuo da laboratorio ed industriale, cappe a flusso laminare, microscopio elettronico (SEM), microscopi ottici e a fluorescenza, risonanza magnetica nucleare ad alto campo, cromatografo liquido interfacciato ad uno spettrometro di massa a triplo quadrupolo, gascromatografo interfacciato ad uno spettrometro di massa, SPME-gascromatografo interfacciato ad uno spettrometro di massa a trappola ionica. Strumentazione per analisi genetica e del DNA: thermal cycler, fluorimetro, ABI PRISM  310, “Bioanalyser”, Real Time-PCR, celle elettroforetiche, apparecchi per la documentazione fotografica e digitale dei gel elettroforetici, congelatore –85°C, ecc..
I ricercatori del CRA-OLI ogni anno pubblicano decine di lavori su riviste scientifiche specializzate e divulgative, nazionali ed internazionali sulle suddette tematiche, intrattenendo proficue e durature collaborazioni con ricercatori di numerosi Enti di Ricerca e docenti di Università Italiane ed estere.

 

Regioni: