La storia a fumetti del primo vino bio.

26/10/2019
Agenda

“La storia a fumetti del primo vino Bio”, il libro scritto da Gianfranco Torelli e illustrato dal cartoonist Roby Giannotti, edito da ArabaFenice, sarà presentato a Bubbio sabato 26 ottobre. L’appuntamento è alle 16 all’ex Oratorio dei Battuti per conoscere la graphic novel del primo vino biologico italiano certificato, il Moscato d’Asti San Grod prodotto da Gianfranco Torelli. Saranno presenti il presidente regionale Coldiretti Roberto Moncalvo e il sindaco di Bubbio Stefano Reggio. Sarà un pomeriggio dedicato al biologico con la costante del forte coinvolgimento di Gianfranco Torelli, quarta generazione di una famiglia di vignerons a Bubbio con la passione per la viticoltura biologica, la natura, l’arte e la storia. Vent’anni anni fa, all’epoca vicesindaco della cittadina langarola, Gianfranco dà il via alla delibera che certifica Bubbio come primo comune antitransgenico vietando gli ogm in tutto il territorio comunale, atto di grande valenza storica in breve imitato da centinaia di comuni in tutta Italia. Con questi presupposti storici nasce il libro “La storia a fumetti del primo vino Bio”. I tre personaggi disegnati da Roby Giannotti (un grappolo d’uva, un bicchiere e una bottiglia bordolese) e i testi di Gianfranco Torelli racconteranno questa fantastica storia iniziata ben 200 milioni di anni fa con la loro macchina del tempo sempre posizionata sulla collina di San Grato a Bubbio: una storia che va dalla deriva dei continenti al tempo dei dinosauri, dalle ere geologiche più antiche all’ultima glaciazione, dall’arrivo dell’uomo e della vite alla produzione del vino, dagli antichi Liguri all’espansione dell’Impero Romano e via via attraverso tutti i periodi della storia antica e moderna fino ai giorni nostri, per conoscere come è cambiato e si è evoluto nel tempo questo splendido angolo di Langa e come Gianfranco è arrivato a produrre il primo vino biologico d’Italia. La pubblicazione si avvale della prefazione dell’ambasciatore d’Italia Mario Palma, che non a caso accompagnava l’amico Gianfranco nel 2015 alla mostra di ceramiche nel’ex Oratorio dei Battuti e che ha sempre seguito le sue battaglie ecologiche anche dagli scenari diplomatici internazionali più lontani, vissuti prima a Taipei e poi in Bangladesh.

Il libro ha richiesto un intenso lavoro di preparazione, non solo per le tantissime tavole realizzate ma anche per la ricerca storica ed archivistica dei dati che ne fa, oltre che una particolarissima graphic novel, un originale strumento didattico e un manifesto ambientalista che esprime le proprie convinzioni con fermezza ma sempre attraverso il sorriso.

Al termine della presentazione del libro e delle presentazioni si terrà un ricco buffet offerto e realizzato da Vini Torelli in collaborazione con la Pro Loco di Bubbio. Collabora all’evento anche l’Associazione Culturale Quirin Mayer, una prestigiosa realtà di respiro internazionale con sede a Bubbio e che ruota attorno all’opera artistica di Quirin Mayer e delle sue opere esposte nel vicino parco scultoreo e nella struttura espositiva dello Schaulagher, un’ulteriore dimostrazione di sinergie delle realtà associative per la valorizzazione di questo territorio.

Per prenotazioni del libro (costo 14 euro): info@arabafenicelibri.it

Ex Oratorio dei Battuti – Bubbio (AT)

Produzioni:

Regioni:

Parole chiave: