Il biologico a scuola, 750 nuovi ambasciatori del bio in Fvg.

07/08/2019
Rassegna stampa

Terminato l’anno scolastico è il momento di bilanci per le attività didattiche di AIAB FVG che, grazie al supporto della Regione Friuli Venezia Giulia e dell’ERSA, hanno coinvolto con il progetto “Il biologico a scuola”, più di 750 bambini di 18 scuole primarie del Friuli Venezia Giulia.
Proposti 8 percorsi didattici per parlare di agricoltura biologica e sana alimentazione, per percorrere la storia del cibo dal campo alla tavola. Percorsi per far conoscere ed informare ma per educare i bambini, anche con attività pratiche ed esperienze dirette, per riflettere e diventare consapevoli delle proprie scelte alimentari e degli effetti di tali scelte sull’ambiente e sulla salute.
Nelle scuole che hanno aderito al progetto sono stati innanzitutto definiti con gli insegnanti i percorsi e le classi da coinvolgere e a seguire sono state realizzate le attività rivolte direttamente ai bambini.
A supporto del progetto si è ritenuto opportuno realizzare un incontro di formazione rivolto a tutti gli insegnanti dell’istituto comprensivo e alle famiglie degli alunni.
“Il progetto ha dato ai bambini l’opportunità di capire l’importante legame tra agricoltura, ambiente e cibo e li ha spinti a riflettere sulle proprie abitudini, invogliandoli a discuterne a scuola, ma soprattutto a portare in famiglia le informazioni e le conoscenze acquisite nelle attività” spiega Tatjana Hrovatin, insegnante referente per il progetto e collaboratrice del Dirigente dell'Istituto Comprensivo con lingua d'insegnamento slovena di Duino Aurisina.
Moltissime le manifestazioni d’interesse da parte delle scuole, nell’impossibilità di soddisfarle tutte si è comunque lavorato su tutto il territorio regionale, da Lignano a Timau e da Duino Aurisina a Prata di Pordenone.
Già negli anni 2011 e 2012 la Regione ha promosso la realizzazione di attività didattiche nelle scuole primarie con il progetto “FVG BIO”. La progettazione attuale, che ha visto la luce nell’anno scolastico 2017/18, ha proposto argomenti che sono stati correttamente inseriti nella programmazione didattica delle singole classi e che gli insegnanti hanno poi consolidano nel corso dell’anno. Oltre agli interventi nelle scuole il progetto ha permesso anche la realizzazione di materiali didattici di supporto alle attività: libretti tematici specifici che hanno accompagnato i bambini nei diversi percorsi (reperibili a questo link: www.aiab.fvg.it/per-i-cittadini-e-le-scuole/ ).
AIAB FVG ha intenzione di organizzare e predisporre progetti e nuovi percorsi per le scuole, da inserire nella programmazione del prossimo anno scolastico in supporto agli insegnanti, per poter essere pienamente operativi già alla ripresa delle attività didattiche.

Fonte: Il Friuli.it, 1 agosto 2019, https://www.ilfriuli.it/

Regioni: