Il beneficio degli uccelli aumenta negli allevamenti biologici circondati da un habitat più naturale (EN)

31/03/2020
News

Le aziende agricole biologiche certificate sono tenute a sostenere la biodiversità, che a sua volta fornisce importanti servizi all'azienda e migliora i raccolti. Uno studio recentemente pubblicato sulla rivista Ecological Applications ha scoperto che il beneficio di una maggiore biodiversità, come la presenza degli uccelli, è potenziato nelle aziende biologiche quando c'è un ricco habitat naturale attorno a loro.

La presenza di uccelli nelle aziende può a volte causare una certa tensione da parte degli agricoltori. Mentre gli uccelli sono spesso utili e forniscono un controllo naturale dei parassiti, possono anche essere loro stessi parassiti quando si nutrono dei prodotti in campo, mentre alcuni temono che gli uccelli possano essere vettori di agenti patogeni di origine alimentare. Questo studio ha quantificato il beneficio netto degli uccelli nei campi di fragole biologici considerando i loro contributi al controllo naturale dei parassiti, i danni che provocano mangiando le produzioni e il potenziale rischio per la sicurezza alimentare derivante dalla contaminazione fecale nei campi. Si è evidenziato che i pro e i contro degli uccelli dipendevano in gran parte dalla quantità di habitat semi-naturale attorno all’azienda. Quanto maggiore è la presenza di un buon habitat nel territorio, tanto maggiore è il beneficio netto degli uccelli. È importante notare che mentre gli uccelli, mangiando fragole, hanno causato una riduzione della resa fino al 3,6%, tale danno è stato molto minore rispetto ai danni causati dall'insetto maggiormente dominante (Lygus hesperus), che ha causato una perdita di resa superiore al 30%, indicando così l'importanza del controllo dei parassiti che gli uccelli potrebbero fornire.

In questo studio, i produttori agricoli hanno evidenziato un notevole impegno nel fornire alimenti sicuri ai consumatori. Poiché le fragole vengono raccolte a mano, tutte quelle con qualche contaminazione vengono identificate ed eliminate. Nonostante la possibile preoccupazione degli agricoltori per gli uccelli che possano vettorare agenti patogeni di origine alimentare, lo studio ha scoperto che la contaminazione fecale delle fragole era estremamente rara, circa lo 0,01%. La contaminazione non era influenzata dalla vegetazione all'interno e intorno all’azienda, ma piuttosto dalla quantità di recinzioni presenti. La presenza di più recinzioni consentiva agli uccelli di appollaiarsi e quindi una maggiore contaminazione. Nel complesso, questo studio dimostra che il mantenimento di un habitat più naturale nelle aziende agricole può aumentare i benefici netti degli uccelli senza aumentare i rischi per la sicurezza alimentare.

Maggiori dettagli QUI

Fonte: The Organic Center

Tecniche: