Francia: piano di rilancio del biologico. Il “Fondo Avenir Bio” fortemente rivalutato per sostenere lo sviluppo delle filere bio. Nuovo invito a presentare progetti

26/10/2020
News

Un segnale forte da parte del governo francese per il biologico. Per accelerare lo sviluppo della produzione nelle regioni, il Ministro dell'agricoltura e dell'alimentazione ha scelto di sostenere ulteriormente lo sviluppo e la strutturazione di nuove filiere biologiche dedicando una misura del piano strategico nazionale a uno degli strumenti cardine dell'Agence BIO: il “Fondo Avenir Bio”, che è stato notevolmente potenziato con 13 milioni di euro aggiuntivi fino al 2022.  Vengono così rafforzate le filiere biologiche esistenti e i settori emergenti, portatrici di innovazione e nuove pratiche agro-ecologiche. Il 19 ottobre è stato aperto un nuovo bando che si chiuderà il 12 gennaio. Altri bandi saranno lanciati nel 2021  e 2022. Il“Fondo Avenir Bio”, istituito nel 2008, mira a sostenere programmi di sviluppo delle filiere del biologico. Il Ministero delle Politiche Agricole e Alimentari ne ha affidato la gestione all'Agence BIO. Il fondo permette di sostenere finanziariamente progetti collettivi di sviluppo della produzione biologica realizzati da aziende, cooperative, associazioni o gruppi di operatori.

Questi progetti fanno incontrare domanda e offerta, sia che si tratti di cittadini-consumatori che di ristorazione collettiva (20% dei prodotti biologici). Obiettivo del fondo è sostenere delle  iniziative per:

  • sviluppare l'offerta di prodotti biologici, in particolare stimolando le conversioni all'agricoltura biologica;  
  • diversificare prodotti e punti vendita;
  • promuovere la produzione biologica - mantenere prezzi remunerativi per i produttori e prezzi attraenti per i consumatori creando economie di scala e ottimizzando la logistica;
  • garantire approvvigionamenti e sbocchi promuovendo rapporti equilibrati tra i vari legami dei settori.

Il "Fondo Avenir Bio" completa il sostegno del governo per la conversione all'agricoltura biologica. Il governo ha anche deciso di estendere il credito d'imposta biologico per tutti gli agricoltori certificati come parte della legge finanziaria 2021. Infine, molte misure del piano strategico di ripresa consentono di sostenere progetti a favore dell'agricoltura biologica, in particolare attraverso il rafforzamento degli investimenti o lo sviluppo delle filiere corte.

Molti dettagli nel comunicato congiunto del Ministero dell’Agricoltura e dell’Alimentazione e dell’Agence Bio, scaricabile QUI.

Fonte: Agence Bio