"Biologique, Français, équitable", una nuova etichetta bio FNAB in Francia (EN)

26/03/2020
News

Da diversi anni la FNAB, Federazione nazionale dell'agricoltura biologica e la sua rete spingono le aziende agroalimentari a sviluppare un biologico francese equo. La FNAB lancia ora un logo “contadino” che garantirà ai consumatori le verdure biologiche prodotte in Francia e, ai produttori, un prezzo remunerativo e un rapporto commerciale equo. Il nuovo logo è stato apposto per la prima volta in via sperimentale a partire dal 2 marzo su 4 tipi di verdure (zucchine, mais, fagiolini, carote), una gamma concordata con il Gruppo dei supermercati Picard, e i prodotti sono stati distribuiti in 87 negozi in Nouvelle Aquitaine e Occitanie, seguiti da Bretagna e Provence-Alps-Côte d'Azur.

Sviluppare il biologico francese per ridurre le importazioni

"Con la crescita del mercato biologico, si è sviluppata l'opportunità di costruire solide partnership su prodotti biologici con aziende agroalimentari che corrispondono ai nostri valori. Abbiamo voluto iniziare con un bio locale ed equo, ma siamo per una strategia di progresso permanente ”, spiega Stéphanie Pageot, segretaria nazionale responsabile delle questioni economiche presso la FNAB.

E’ nel sud-ovest della Francia soprattutto che il progetto è riuscito a spingersi oltre con una gamma di prodotti biologici, coltivati e distribuiti in un'area abitativa coerente, e con una relazione commerciale che va oltre i sei principi del commercio equo e solidale. Il Gruppo Picard in particolare ha accettato di impegnarsi in un contratto innovativo e di aprire la possibilità di una revisione annuale dei prezzi basata sulle variazioni dei costi di produzione. Il gruppo verserà inoltre l'1% dell'importo annuale delle vendite di prodotti della gamma in un fondo di sviluppo gestito dalle organizzazioni di produttori partner.

Per saperne di più sul nuovo logo, cliccare QUI

Fonte: FNAB

Produzioni:

Economia:

Parole chiave: