Biocontrollo mirato e miglioramento dell’impollinazione: il progetto Bicopoll

13/11/2015
News

Un nuovo supporto ai produttori di ortofrutta biologica (ma anche convenzionale)  giunge dai risultati del progetto, di recente concluso, “Bicopoll”, sviluppato nell’ambito di CORE Organic II. Un progetto coordinato dall’Università di Helsinki (prof. Hokkanen Heikki) che ha visto la partecipazione di vari partner (Belgio, Estonia, Germania, Italia, Slovenia e Turchia), e si è focalizzato sull’uso degli insetti pronubi (api e bombi in primis) quali vettori di microrganismi antagonisti di malattie che vengono trasmesse attraverso i fiori, come la Botrytis cinerea, che colpisce in particolare le fragole, frutto su cui si è soprattutto lavorato.

Gli insetti, costretti a passare attraverso dispenser (contenenti microrganismi  antagonisti della malattia) sistemati all’uscita delle arnie, portano più volte al giorno sui fiori il prodotto, superando spesso nell’efficacia del trattamento i fungicidi chimici.

Tra i risultati, assieme ad un notevole decremento della malattia, un incremento fra il 25 e il 100% della quantità, qualità e stabilità dei frutti, dovuto alla contemporanea azione di biocontrollo e impollinazione. Ulteriori prove effettuate su altri fruttiferi, quali piccoli frutti, pere, mele, ciliegie e vite, hanno dato risultati molto positivi. Il partner italiano del progetto, il CAA-Centro per l'Agricoltura e l'Ambiente della provincia di Bologna,  ha lavorato in particolare sul pero, utilizzando per la sperimentazione le osmie, api solitarie che nidificano nel legno.

Per maggiori informazioni: www.bicopoll.net/ http://www.coreorganic2.org/

Fonte: CORE Organic II

Luogo: 
Unione Europea e Turchia

Produzioni:

Tecniche: