Agricoltura biologica USA: continua la crescita nel 2016 (EN)

02/10/2017
News

Le vendite e la produzione agricola biologica in USA sono ancora cresciute nel 2016, anno in cui  le aziende hanno prodotto e venduto 7,6 miliardi di dollari di prodotti biologici certificati, secondo i dati pubblicati dal National Agricultural Statistics Service (NASS) e dal Dipartimento Agricoltura (USDA).

I risultati mostrano che le vendite del 2016 sono aumentate del 23% rispetto ai 6.2 miliardi di dollari del 2015. Nello stesso anno, il numero di aziende biologiche certificate nel paese è aumentato dell'11% a 14.217, e il numero di acri certificati è aumentato del 15% a 5,0 milioni (2.023.430 ha).

La California, con 2,9 miliardi di dollari di vendite biologiche certificate, pari al 38% del totale Usa, continua ad essere lo stato leader, anche con la quota più grande di acri biologici certificati e aziende agricole. Tre Stati nel 2016 avevano più di 1.000 aziende certificate: la California (2.713), il Wisconsin (1.276) e lo Stato di New York (1.059).

L'indagine USDA è l'unica fonte completa di dati nazionali e statali sulla produzione biologica certificata USA. È stato migliorata nel 2016 per includere separatamente informazioni sul fresco ed il trasformato  per tutte le colture di frutta e bacche, includendo anche i dati relativi all’uva divisi  per varietà.

Il 77% delle vendite di prodotti bio certificati negli Stati Uniti si sono concentrati in 10 Stati, gli stessi nel 2015 e 2014.

Le colture rappresentavano il 56% della vendita di produzione biologica certificata. La produzione bio di ortaggi è salita a 1,6 miliardi di dollari, con frutta, noci e bacche che hanno raggiunto 1,4 miliardi di dollari. In testa rispettivamente per frutta e verdura le mele, con 327 milioni di dollari (8%) e la lattuga, con 277 milioni di dollari e una crescita del 6%. Altre coltivazioni biologiche importanti sono state le fragole, l'uva, i pomodori, il mais, le patate, gli spinaci e i funghi.

I risultati completi dell'indagine disponibili  QUI

Fonte: TSL e USDA

Produzioni:

Economia:

Parole chiave: